Memoria spedita da/Memory sent by:
Massimo Liverani
il 25.9.2006




Chiunque può scrivere le sue memorie su Connected Memories _ Connected Memories è un tentativo di interpretare esteticamente le nostre memorie e la memoria in generale.
Nota: i testi che si inseriscono possono essere corretti, ma non cancellati

English

Anyone can write their own memories on Connected_Memories. Connected_ Memories is an attempt to aesthetically interpret our memories and memory in general.
Note: the inserted texts can be corrected, but not cancelled

arteco.org
aefb.org
francesco michi home page
 


riferimento temporale/time reference : 6 ,2006


Nostalghia

Quest’estate ci siamo concessi di realizzare un piccolo sogno che da tempo ci perseguitava: fare un bel viaggio nel nuovo mondo. Abbiamo colto l’occasione in quanto siamo riusciti a mettere soldo da parte ricevuto in maniera abbastanza fortunosa come risarcimento danni per un piccolo incidente.
Così siamo partiti alla volta di New York per poi andare in California cogliendo l’occasione per far visita a Rick, un mio amico musicista che vive in una cittadina nelle vicinanze di S. Francisco. Percorrendo l’autostrada che costeggia la Silicon Valley per andare a S.Cruz, il posto dove vive questo mio amico, il mio animo era un po’ in subbuglio nostalgico. Sentivo, anche più che a New York, di essere lontano, altrove, anche se il paesaggio in effetti ricordava un po’ quello toscano con alternarsi di colline verdi e pianure. Ad un certo punto io e mia moglie avvistiamo in lontananza un grande cartello blu e giallo che ci sembrava familiare, avvicinandosi riconosciamo la scritta IKEA. Il primo pensiero per entrambi, come ci siamo dopo confidati, è stato: ‘IKEA…ma allora siamo a casa!’ e ci siamo tirati un po’ su di morale. Ecco non ho potuto fare a meno di riflettere su questo, cosa significava per noi riconoscere il marchio di una ditta svedese in America e pensare di essere in Italia o perlomeno di sentirsi meno lontani, che senso aveva? Com’era possibile? Che forse la tanto criticata e contestata internazionalizzazione commerciale riservi invece anche qualche aspetto non poi così negativo ma che in certi casi forse riesca anche a farci sentire un po’ tutti più vicini? Forse sono eresie o solo piccoli effetti collaterali della globalizzazione? Forse ma anche adesso non saprei, comunque devo riconoscere che in certi stati d’animo siamo più vulnerabili alla nostalgia ed è un sentimento che io reputo nobilissimo e che penso sia indice di una ricchezza espressiva e di profondità di sensazioni. Provare nostalgia è un po’ come la melanconia un sentimento strano, che però affascina ed attrae o perlomeno a me fa questo effetto.



'AGGANCIA' a questa una tua memoria / 'HOOK' to this memory a memory of yours



Solo per Massimo Liverani
aggiorna o correggi
aggiungi materiale multimediale
spedisci il link a questa memoria


immetti un "VEDI ANCHE"

AGGANCIA questa memoria ad una memoria gi pubblicata

For Massimo Liverani only
update or correct
add multimedia files
send a link to this memory


introduce a "SEE ALSO"

HOOK this memory to an already published memory


Licenza Creative Commons
Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 1 premio Scrittura Mutante / Winner Premio Scrittura Mutante 
Fiera del Libro Torino 2005
CONNECTED MEMORIES@FILE 2005
(Electronic Language
International Festival)

File 2005>Selected Artists