Memoria spedita da/Memory sent by:
claudio.pozzi
il 4.3.2005




Chiunque può scrivere le sue memorie su Connected Memories _ Connected Memories è un tentativo di interpretare esteticamente le nostre memorie e la memoria in generale.
Nota: i testi che si inseriscono possono essere corretti, ma non cancellati

English

Anyone can write their own memories on Connected_Memories. Connected_ Memories is an attempt to aesthetically interpret our memories and memory in general.
Note: the inserted texts can be corrected, but not cancelled

arteco.org
aefb.org
francesco michi home page
 


riferimento temporale/time reference : ottanta


eolie

Partivamo per mano con il nostro piccolo bagaglio. Avevo a quei tempi una di quelle sacche militari cilindriche, lunghe e strette. Due sacchi a pelo estivi, un paio di magliette di ricambio e via col primo treno per Napoli. La traversata notturna sul ponte del traghetto era la prima presa di coscienza di un’avventura tutta sotto le stelle. La prima volta avevo trovato Tommaso già a Salina e mi aveva chiesto di fare tappa in tutte le isole. Avevo saltato per principio le più snob o le più turistiche e ci eravamo fatti Filicudi, Alicudi e Ginostra. Da allora ce ne stavamo sempre ad Alicudi, la più riparata e la più comoda per noi, che si dormiva all’aperto senza neanche la tenda. Dormivamo su uno spiazzetto vicino agli scogli. L’ultimo bagno prima di entrare nel sacco a pelo, e poi svegli a guardare il cielo scuro e stellato sopra di noi. Ci si sentiva portar via, proprio l’incontrario dell’effetto del Sole che di giorno ci appiattiva sulle pietre. Il sonno tardava ad arrivare e noi, in quei momenti recuperavamo tutto il senso di lontananza che faceva parte della quotidianità invernale.
La mattina, alle prime luci, non appena il sole faceva capolino e cominciava a scaldare, giù a capofitto nell’acqua. Il bar, per la colazione, era gestito da un gruppo di simpaticissimi napoletani con cui sarebbe nata un’amicizia. Quando tornavamo ai nostri scogli cominciavano ad arrivare i ragazzi sparsi nelle stanze in affitto. Passavamo la giornaqta appollaiati come uno stormo di gabbiani, scambiandoci libri che divoravamo fra un bagno e l’altro. Con Tommaso ogni tanto facevo una camminata e gli insegnavo ad arrampicarsi sugli scogli. La sera andavamo spesso a cena da qualcuno nelle splendide terrazze delle case eoliane arrampicate sui costoni di lava. Erano serate fresche e piacevoli. Si tirava tardi senza fatica. Poi noi scendevamo giù per i sentieri e raggiungevamo il nostro angolino lungo la scogliera. Qualche volta la cena era a casa di qualche pescatore che ci cucinava il suo pesce.
Abbiamo fatto amicizie che sono durate nel tempo ad Alicudi. La volta più bella fu quando ci andammo a Settembre. In quel momento la natura assume un’intensità particolare: cominciano le migrazioni degli uccelli, passano delfini, i colori e i profumi si fanno più netti.
Il viaggio di ritorno aveva quasi sempre qualche contrattempo. Traghetti persi, treni stracolmi ed in ritardo, l’unica volta che si prese un aliscafo si fermò in mezzo al mare per tre/quattro ore.
Ho un grande rimpianto di quelle vacanze. Star lì dieci giorni valeva energeticamente almeno quanto due mesi di una vacanza normale.


'AGGANCIA' a questa una tua memoria / 'HOOK' to this memory a memory of yours



Solo per claudio.pozzi
aggiorna o correggi
aggiungi materiale multimediale
spedisci il link a questa memoria


immetti un "VEDI ANCHE"

AGGANCIA questa memoria ad una memoria gi pubblicata

For claudio.pozzi only
update or correct
add multimedia files
send a link to this memory


introduce a "SEE ALSO"

HOOK this memory to an already published memory


Licenza Creative Commons
Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 1 premio Scrittura Mutante / Winner Premio Scrittura Mutante 
Fiera del Libro Torino 2005
CONNECTED MEMORIES@FILE 2005
(Electronic Language
International Festival)

File 2005>Selected Artists