Memoria spedita da/Memory sent by:
barbaragestri
il 16.6.2005



memory padre/father
lola



Guarda la mappa 2d dell'intero albero / See the 2D map of the whole tree


Chiunque può scrivere le sue memorie su Connected Memories _ Connected Memories è un tentativo di interpretare esteticamente le nostre memorie e la memoria in generale.
Nota: i testi che si inseriscono possono essere corretti, ma non cancellati

English

Anyone can write their own memories on Connected_Memories. Connected_ Memories is an attempt to aesthetically interpret our memories and memory in general.
Note: the inserted texts can be corrected, but not cancelled

arteco.org
aefb.org
francesco michi home page
 


riferimento temporale/time reference : 19 ,11 ,2004


Giotto

Mi dispiace per Lola.
Il mio cane d`oro è morto il 19 novembre dell`anno scorso.
Aveva 14 anni,ed era un cane eccezionale.
Bellissimo,anche da vecchio le persone si fermavano a guardarlo,a chiedere che razza è.
Era un incrocio,enorme,bianco e nero col pelo lungo.
Giotto.
Scrivo il suo nome e gli occhi mi si riempiono di lacrime.
Giotto era un cane felice,esuberante,con la coda buttava in terra le sedie di cucina,
senza paura.
Conosceva le nostre abitudini,interpretava le diverse situazioni,
capiva,anche dal tono della voce,l`argomento di cui parlavamo
soprattutto se parlavamo di lui.
Giotto mi amava,come io amavo lui.
Era stato amore a prima vista,fin dalla prima sera che era entrato nelle nostre vite.
Pensava di dovermi difendere dal mondo intero,e se qualcuno,per scherzo,
mi si avvicinava bruscamente lui si interponeva fra me e il malcapitato
e faceva gran sfoggio della sua robusta dentatura,aggiungendo anche rumori ,
ringhi,che quasi quasi intimorivano anche me.
Quando aveva cinque anni abbiamo preso anche una femmina di collie,Scrissi,
Ma Giotto era Giotto.
Negli ultimi anni era diventato sordo e ci vedeva poco
con gli occhi lattiginosi di cataratta.
Dormiva sempre nel pratino davanti a casa.
Un giorno arrivò una macchina,un uomo giovane che non conoscevamo.
Posteggiò sul pratino.
Al momento di ripartire suonò il clacson pensando che il cane si sarebbe spostato.
Ma il cane era un vecchio cane,sordo e quasi cieco.
Non sentì il clacson,e la macchina lo ha schiacciato.
È morto dopo qualche mese.
Non so se riuscirò più a provare per un altro cane quello che ho provato per lui.
Ora c`è la Scrissi,che è sempre stata la preferita dai miei figli,per il suo carattere mite ed accondiscendente.
Ma a me ogni tanto sembra di vederlo,fuggevole ombra dietro un angolo,
in cima alle scale….è lui che mi aspetta.
È sepolto sotto il cipresso,accanto a casa,con il muso rivolto verso la valle.
Gli piaceva la frescura di quel cipresso e il leggero venticello estivo che la sera sempre si alza,
portando sollievo.
Era un vento carico di odori,lui li annusava tutti,li riconosceva,
li interpretava.
Penso che tutte le femmine della vallata aspettassero l`ora propizia e abbandonassero il loro estro
nell`aria serale.
Giotto annusava,annusava,
fino a quando riconosceva l`invito nascosto ,mescolato agli altri odori.
Il suo sguardo si perdeva puntando l`orizzonte,e si capiva che infischiandosene dei nostri divieti,di lì a poco sarebbe partito,seguendo l`istinto così dirompente.
Giotto…….



'AGGANCIA' a questa una tua memoria / 'HOOK' to this memory a memory of yours



Solo per barbaragestri
aggiorna o correggi
aggiungi materiale multimediale
spedisci il link a questa memoria


immetti un "VEDI ANCHE"

For barbaragestri only
update or correct
add multimedia files
send a link to this memory


introduce a "SEE ALSO"



Licenza Creative Commons
Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 1 premio Scrittura Mutante / Winner Premio Scrittura Mutante 
Fiera del Libro Torino 2005
CONNECTED MEMORIES@FILE 2005
(Electronic Language
International Festival)

File 2005>Selected Artists