Memoria spedita da/Memory sent by:
Carlo.Giabbanelli
il 2.7.2005



memories figli/sons
The assassination...



Guarda la mappa 2d dell'intero albero / See the 2D map of the whole tree


Chiunque può scrivere le sue memorie su Connected Memories _ Connected Memories è un tentativo di interpretare esteticamente le nostre memorie e la memoria in generale.
Nota: i testi che si inseriscono possono essere corretti, ma non cancellati

English

Anyone can write their own memories on Connected_Memories. Connected_ Memories is an attempt to aesthetically interpret our memories and memory in general.
Note: the inserted texts can be corrected, but not cancelled

arteco.org
aefb.org
francesco michi home page
 


riferimento temporale/time reference : 22 ,11 ,1963


Ricordo dov'ero

A tavola non riuscivo proprio a starci. Appena c'era una pausa mi alzavo e mi mettevo a giocare. Ero un bambino "disappetente", una vera croce per i miei genitori. Accanto alla tavola, nel tinello, c'era una libreria e il secondo ripiano a partire dal basso era tutto mio. Ci tenevo detriti di varia natura, fumetti e giocattoli - piuttosto malridotti - biro, matite colorate, tutto buttato insieme. Come supplemento usavo anche lo spazio sotto il mobile perché il pavimento, d'estate o di inverno, restava uno dei miei luoghi preferiti di gioco.
Ero lì, seduto per terra, la sera del 22 novembre 1963 verso l'ora di cena. C'era la TV accesa; a un certo punto si sentì la voce dell'annunciatore (si diceva così), rotta dall'emozione: "Apprendiamo in questo momento che il presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy è morto in seguito alle ferite riportate nell'attentato di questa mattina a Dallas nel Texas". Ho avuto occasione di riascoltare queste parole, ma il ricordo originale è comunque vivido perché a scuola nei giorni seguenti divennero un tormentone: provavamo tutti a ripeterle a memoria imitandone l'intonazione come se fosse uno sketch di Carosello. La mattina presto, in fila in attesa di entrare in classe, discutevamo accanitamente del complotto ed eravamo convinti che lo avrebbero scoperto alla svelta perché Bob Kennedy era Ministro della Giustizia.
Mi sono chiesto spesso come mai la cosa mi abbia colpito così tanto; in fin dei conti avevo solo otto anni e la politica non era (ancora) al centro dei miei interessi. Per mesi ho continuato a disegnare il perfido Oswald che sparava dalla finestra e l'eroe Kennedy che veniva colpito alla testa con grande spargimento di sangue e frammenti ossei.
Sarà che i bambini sono attratti dalle sfighe, dalle ondate emotive: c'era appena stato il Vajont e stavo ancora riempiendo gli album con dighe scavalcate da muri d'acqua. Forse è vero che fin dall'inizio Kennedy incarnava uno stereotipo dalle radici profonde e infatti ho anche dei vaghi ricordi della campagna elettorale del 1960: lui aveva un gran testone simpatico, Nixon faceva già schifo.



'AGGANCIA' a questa una tua memoria / 'HOOK' to this memory a memory of yours



Solo per Carlo.Giabbanelli
aggiorna o correggi
aggiungi materiale multimediale
spedisci il link a questa memoria


immetti un "VEDI ANCHE"

AGGANCIA ad una memoria gi pubblicata

For Carlo.Giabbanelli only
update or correct
add multimedia files
send a link to this memory


introduce a "SEE ALSO"

HOOK to a already published memory


Licenza Creative Commons
Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 1 premio Scrittura Mutante / Winner Premio Scrittura Mutante 
Fiera del Libro Torino 2005
CONNECTED MEMORIES@FILE 2005
(Electronic Language
International Festival)

File 2005>Selected Artists