Memoria spedita da/Memory sent by:
donatella bernardi
il 22.9.2005



memory padre/father
Tartarughe 1



Guarda la mappa 2d dell'intero albero / See the 2D map of the whole tree


Chiunque può scrivere le sue memorie su Connected Memories _ Connected Memories è un tentativo di interpretare esteticamente le nostre memorie e la memoria in generale.
Nota: i testi che si inseriscono possono essere corretti, ma non cancellati

English

Anyone can write their own memories on Connected_Memories. Connected_ Memories is an attempt to aesthetically interpret our memories and memory in general.
Note: the inserted texts can be corrected, but not cancelled

arteco.org
aefb.org
francesco michi home page
 


riferimento temporale/time reference : 196…7 (?) e seguenti…


Tartarughe tartarughe

Che piacere mettere un attimo da parte i ricordi sui gatti, peraltro storia quasi attuale, per concentrarsi su un ricordo che potrebbe essere di ieri da quanto è nitido ma è lontano, di bambina, quando passavo del tempo ad osservare le loro vicende…emozioni di bambina, che dico in realtà quel che mi ricordo è la piacevole sensazione dell’ osservazione.
Per me sono state le più interessanti vicine (di casa) d’infanzia. Erano due tartarughe ma sono state anche tre quattro, una piccola colonia, e le guardavo dalla finestra di cucina della mia casa natale contendersi gli spazi, il cibo, i giochi, le lotte…la finestra si affacciava sul giardino della signora Tassini, proprietaria delle tartarughe, nostra dirimpettaia del piano terra, donna singolare, allegra, un po’confusionaria, leggermente trascurata, che aveva tutta la mia simpatia ma agli occhi di altri pareva strana, per usare un’espressione benevola anziché qualcun’altra sentita.
Il suo giardino era un rettangolo di pratino, vero - non all’inglese - e sassi tondi, un po’ come quelli di fiume, in tutto una misura di circa 4 x 7, che finiva su un marciapiede da cui saliva la facciata della casa.
Il giardino della signora Tassini si congiungeva esattamente con il giardino di Mario, tra loro dirimpettai, che abitava con la famiglia al piano terra del mio blocco: un orto giardino un po’ disordinato ma rigoglioso di piante – nella parte dell’inferriata che li divideva dal marciapiede della strada pubblica Mario aveva perfino dei papiri interrati mentre la signora Tassini una siepe di una specie di gelsomino che a primavera faceva una cascata di fiori bianchi e profumatissimi.
Adiacenti, lateralmente a questi due giardini c’erano quelli, identici come forma e grandezza ma tutti diversi, dell’altro blocco di 2 appartamenti piano terra e primo piano.Le chiamano le “casine del lego”le nostre, fatte di mattoni rossi e facciate bianche, giardini, pur se di quella dimensione, davanti e dietro, tanto da avere spazi verdi tra blocco e blocco. Non è la Svizzera ma solo l’Isolotto, quartiere della periferia di Firenze, con queste sue case fatte negli anni 50 dall’Ina casa con La Pira.
Quando mi affacciavo alla finestra della cucina al primo e ultimo piano del mio blocco avevo sotto di me, ma vicino, questo mondo verde, popolato di diversi, che mi sembrava graaande, in cui mi perdevo ad osservare la vita di qualche animale ora qua ora là e di notte a vedere le stelle.
Non mi sembrava di stare in una città senza respiro come mi pare sia la nostra ora e credo che mi abbia fatto del bene affacciarmi da bambina su giardini che cambiavano ad ogni stagione.
Il tempo maggiore di osservazione l’ho dedicato alle adorate tartarughe….da lì penso la passione avuta poi per le tartarughe ninja dei miei figli! Sono animali davvero curiosi, tanto lenti da essere diventati proverbiali ma incredibilmente veloci nelle loro acrobazie quotidiane. L’ho viste rincorrersi, davvero con estrema sveltezza per quella struttura che si portano addosso, e poi litigare e darsi dei gran colpi con quella corazza dura a esagoni neri e fondo giallo caldo savana (chissà che tartarughe erano, belle però) e fare un rumore tale che quando lo sentivo correvo per vedere cosa stava succedendo….




'AGGANCIA' a questa una tua memoria / 'HOOK' to this memory a memory of yours



Solo per donatella bernardi
aggiorna o correggi
aggiungi materiale multimediale
spedisci il link a questa memoria


immetti un "VEDI ANCHE"

For donatella bernardi only
update or correct
add multimedia files
send a link to this memory


introduce a "SEE ALSO"



Licenza Creative Commons
Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 1 premio Scrittura Mutante / Winner Premio Scrittura Mutante 
Fiera del Libro Torino 2005
CONNECTED MEMORIES@FILE 2005
(Electronic Language
International Festival)

File 2005>Selected Artists