Memoria spedita da/Memory sent by:
Libero
il 1.7.2006



memory padre/father
L'odore del Natale
memories figli/sons
orrore in sala d'attesa
rinencefali al lavoro

Vedi anche / See also
Trapano Tabacco e Venere



Guarda la mappa 2d dell'intero albero / See the 2D map of the whole tree


Chiunque può scrivere le sue memorie su Connected Memories _ Connected Memories è un tentativo di interpretare esteticamente le nostre memorie e la memoria in generale.
Nota: i testi che si inseriscono possono essere corretti, ma non cancellati

English

Anyone can write their own memories on Connected_Memories. Connected_ Memories is an attempt to aesthetically interpret our memories and memory in general.
Note: the inserted texts can be corrected, but not cancelled

arteco.org
aefb.org
francesco michi home page
 


riferimento temporale/time reference : anni ottanta


Trapano Tabacco e Venere

Su con la vita, cos’è questo mortorio?
Io avevo parecchio da lavorare in questo periodo, e voi che scusa avete per non aver scritto niente? Vi siete stufati del giocattolo?
Mi attaccherò ad uno degli argomenti esistenti e racconterò una storiella sugli odori. (Speriamo che ci sia ancora qualcuno che legge.)

Adesso i dentisti si bardano come chirurghi, con mascherina, guanti, cuffietta e a volte addirittura con una specie di casco da saldatore, ma una ventina d’anni fa non era così.
Il suo dentista, poi, era particolarmente ruspante. Lui ci andava perchè era onesto e coscienzioso, ma certo non rispondeva ai canoni del dentista fighetto (e rapace): era grosso, curvo, con un’andatura alla Walter Matthau; non aveva neanche la valletta e faceva tutto da solo. Per fortuna aveva uno studio talmente piccolo che allargando le braccia si potevano toccare i muri. Piuttosto estroso, si era organizzato con una serie di pulsanti e pedali, così quando qualcuno suonava alla porta, apriva senza smettere di trapanare il disgraziato che aveva sotto.
Insomma un giorno era dal dentista e quello gli stava ficcando le sue manone nude in bocca e d’improvviso dal profondo si sentì stuzzicato eroticamente. Sconcertato, realizzò quasi subito che era l’odore, il sapore, che emanavano quelle mani: sapevano di sigarette, di tabacco. Ma che c’entrava il sesso? Tra l’altro lui neanche fumava, eppure aveva quasi voglia di ciucciare le dita del dentista.
Come quando ci si sveglia all'improvviso e le cognizioni di spazio e tempo arrivano solo dopo, l'odore trascinò a galla immagini e sensazioni e il mistero si sciolse. Ora aveva in mente la Danila, gran fumatrice. Proprio in quel periodo ne stava godendo l'intimità e senza rendersene conto aveva fatto del tabacco la colonna olfattiva delle loro scopate.
Altri tempi. Quel dentista adesso mette i guanti, ha allargato lo studio e assunto regolare assistente carina che mette il bavaglino ai trapanandi. E poi, oggi, ci si fa caso molto di più se una fuma e magari le chiediamo di non farlo, almeno mentre si scopa.


'AGGANCIA' a questa una tua memoria / 'HOOK' to this memory a memory of yours



Solo per Libero
aggiorna o correggi
aggiungi materiale multimediale
spedisci il link a questa memoria


immetti un "VEDI ANCHE"

For Libero only
update or correct
add multimedia files
send a link to this memory


introduce a "SEE ALSO"



Licenza Creative Commons
Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 1 premio Scrittura Mutante / Winner Premio Scrittura Mutante 
Fiera del Libro Torino 2005
CONNECTED MEMORIES@FILE 2005
(Electronic Language
International Festival)

File 2005>Selected Artists